APE : quando si parla di efficienza, le scelte tecnologiche disponibili sono tante.
Dal modello d’impianto installato dipende infatti la prestazione e quindi il risparmio ottenibile.

Ma come si certifica l’efficienza di un impianto?

L’APE (Attestato Prestazione Energetica) è il documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento.

Certificazione APE - efficienza riscaldamento

Come si misura l’efficienza dell’impianto e come si redige l’APE?

L’APE sintetizza con una scala di 10 lettere da A4 a G le prestazioni energetiche degli edifici.
Il documento è obbligatorio quando si acquista un immobile o si sottoscrive un contratto di locazione.
Ha una validità generalmente di 10 anni.

efficienza e detrazione fiscale

E’ molto importante oggi certificare il risparmio energetico degli impianti di riscaldamento. Infatti, oltre ai vantaggi in bolletta, il cliente può usufruire delle detrazioni fiscali fino al 65% della spesa sostenuta per i lavori di ammordenamento e di efficientamento.

 

Utilizzando degli specifici software, il certificatore effettua un’analisi energetica dell’immobile.
Vengono quindi valutate:

  • le caratteristiche delle murature e degli infissi
  • le caratteristiche geometriche dell’immobile
  • la produzione di acqua calda
  • il raffrescamento ed il riscaldamento degli ambienti
  • il tipo di impianto
  • eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile

A questo segue il calcolo dell’efficienza. Infine il certificatore compila il documento con cui rilascia la targa energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile.
L’ APE va conservato con il libretto della caldaia.

 

Un certificato emesso da un professionista accreditato

Come per tutti i documenti di legge, consigliate ai vostri clienti di affidarsi ad un professionista accreditato per redigere l’APE.

Il documento infatti può essere emesso soltanto dal cosiddetto certificatore energetico che ha competenze specifiche in materia di efficienza energetica applicata agli edifici.
Di solito è competenza delle Regioni gestire la formazione, la supervisione e l’accreditamento dei professionisti con apposite leggi locali.

Se sei accreditato per l’APE, ecco i nostri 4 consigli per te.
Come offrire un buon servizio di certificazione:

1   promuovi la tua affidabilità di certificatore accreditato e la tua formazione in tema di efficienza

2   redigi e presenta al cliente un preventivo comprensivo di tutti i costi previsti (IVA, spedizione, spese, ecc…)

3   effettua sempre un sopralluogo preliminare, che possiamo definire obbligatorio

4   non puntare sull’offerta di un prezzo eccessivamente basso, il cliente sa che la qualità si paga!

consigli per la certificazione

 

Ci sono impianti e impianti … 

Le diverse tipologie di impianti di riscaldamento producono calore in modalità differenti.
Diversa è quindi la loro capacità di essere efficienti.

In linea generale possiamo parlare di 5 tipi di impianto con risultati diversi in termini di costo e risparmio.

Riscaldamento a battiscopa

costo  normalmente intorno ai 100 euro per metro lineare più la manodopera

risparmio  fino al 30% dei costi in bolletta rispetto a un sistema tradizionale

Riscaldamento a pavimento

costo  normalmente intorno ai 75 euro per metro quadro

risparmio  fino al 25% dei costi in bolletta rispetto a un sistema tradizionale

Riscaldamento elettrico

costo  in base alle soluzioni e ai materiali scelti (termoconvettori, pompe di calore, ecc…)

risparmio  in funzione della quantità di energia autoprodotta

Riscaldamento a soffitto

costo   80/90 euro a metro quadro, più manodopera e accessori aggiuntivi

risparmio  circa il 2% per ogni grado in meno nella temperatura di mandata

Riscaldamento a infrarossi

costo   in base ai materiali scelti, in generale più alto all’inizio (ma quasi senza manutenzione successiva)

risparmio  oltre il 50% rispetto ai sistemi tradizionali

Insomma …. l’efficienza e il risparmio sono in forte evoluzione nel settore del riscaldamento.

E tu sei pronto a certificare l’efficienza delle tue installazioni con l’APE?
Condividi con noi la tua esperienza … lasciaci un commento oppure contattaci


scritto da

Condividi