Se gestisci un’azienda di impianti o sei responsabile di condurre i lavori in cantiere, ti troverai continuamente a fare i conti con il famelico margine della commessa … vero?

Quante volte ti sei trovato a dover dire:

  • Su questa commessa non abbiamo guadagnato molto, ci  rifaremo con le varianti!
  • Ci sono stati tanti imprevisti, abbiamo chiuso la commessa con molti costi in più!
  • Sulle commesse grandi non si guadagna molto, poi però il cliente ti fa fare tanti piccoli lavoretti in cui si margina dal 100% al 300%
  • Siamo pieni di lavoro, non riusciamo neanche a fare le ferie, ma a fine mese abbiamo sempre problemi a pagare tutti!


Queste domande nascono quando non hai il pieno controllo della tua gestione.
In questo caso di solito provi a giustificare quello che succede con la logica.

Consigli per imprenditori

L’imprenditore ha la responsabilità dei risultati raggiunti e della prosperità della propria azienda.
Per un’azienda che opera a commessa, il margine sui lavori svolti è il primo indicatore di qualità della gestione aziendale. Quindi bisogna saperlo controllare!

Sei un imprenditore stanco dei luoghi comuni su quanto è difficile gestire la commessa?

Allora il primo consiglio che ti diamo è questo: guarda il video sul controllo del margine della commessa ⇓

Il margine dice come sta la tua azienda

Controllare il margine della commessa è il modo migliore per capire se l’azienda è solida e ben organizzata. Cosa indica infatti il margine?

  • solidità commerciale: se la commessa produce un buon margine (rispetto al valore previsto), l’azienda riesce a concludere accordi commerciali vantaggiosi.
  • capacità di realizzazione: il margine prodotto indica anche se l’azienda è ben organizzata, cioè se riesce a realizzare la commessa nei tempi stabiliti e con il budget di costi previsto.

 

Cosa controllare

Nel controllo economico aziendale è importante partire da una distinzione tra due indicatori.
Questi sono il fattore MARGINE e il fattore RICARICA. Capita spesso che i due indicatori vengano confusi ma è necessario sapere perché sono diversi.

Il margine

La percentuale di margine di una commessa corrisponde al rapporto tra il guadagno della commessa (ricavi – costi) e il ricavo lordo della commessa. Lo riassumiamo in questa formula:

Formula MLC

La ricarica

La percentuale di ricarica di una commessa corrisponde invece al valore del guadagno della commessa diviso per i costi di commessa. Ecco la formula sintetica:

Formula Ricarica

I costi e i ricavi

I ricavi corrispondono al fatturato netto attribuito alla commessa.
I costi variabili sono invece composti da tutti i costi direttamente attribuibili alla commessa. Ecco alcuni esempi:

  • materiali
    tutto il materiale acquistato direttamente per la commessa e/o prelevato da magazzino per essere installato
  • manodopera
    tutta le ore di manodopera utilizzata per la commessa valorizzata in base al costo orario
  • sub-appalti
    tutti i costi dei contratti di sub-appalto stipulati ed erogati per la commessa
  • noleggi/servizi
    tutti i servizi acquistati da terzi ed imputabili specificatamente alla commessa
  • oneri accessori
    tutti i costi aggiuntivi (vitto, alloggio, premi etc…) direttamente imputabili alla commessa

Le due percentuali sono da controllare, sempre e in modo analitico.
La prima infatti (il margine %) ci aiuta a capire se la commessa ha prodotto un guadagno coerente con i costi previsti nel bilancio aziendale.

La seconda percentuale invece (la ricarica %) ci consente di scoprire se abbiamo concluso la commessa con lo stesso “guadagno presunto” in fase di preventivo. Nella maggior parte dei casi infatti, in fase di preventivo si utilizza la percentuale di ricarica per calcolare il prezzo di vendita.

 

Il controllo della commessa con Perfetto

Perfetto è il software gestionale per le aziende che realizzano impianti tecnologici.
Prima ti abbiamo consigliato di guardare il video sul controllo del margine.

Ora ti consigliamo di scoprire come con Perfetto puoi ottenere il pieno controllo del margine della commessa e della percentuale di ricarica in tempo reale.

Ti va di scoprirlo?
Contattaci ➤ 

Andiamo sul pratico: come si fa?

Se hai guardato il video, hai conosciuto il Centro di Controllo della Commessa di Perfetto.
Vediamo allora come controllare il valore e la percentuale di margine e di ricarica utilizzando questo tool.

Si parte dall’inserire il codice della commessa per poi lanciare l’elaborazione dei dati economici.
Il Centro di Controllo ricostruisce una serie di informazioni organizzate in una struttura ad albero dove sono evidenti i nodi Margine, Costi, Ricavi.

Un report riepiloga tutte le informazioni chiave del margine della commessa e mette a confronto il margine previsto con quello consuntivo. In testa leggiamo le informazioni anagrafiche della commessa, a seguire i dati economici significativi:

  • ricavi e costi della commessa
    i valori del Margine Preventivo e del Margine Consuntivo evidenziano i ricavi e i costi di commessa suddivisi per tipologia. C’è anche il calcolo del Margine e della Ricarica di commessa.
  • grafico di raffronto costi/ricavi suddiviso per tipologia
    il grafico rappresenta i valori di costo, ricavo e margine di commessa suddivisi per tipologia. Evidenzia visivamente le differenze tra valori previsti e valori consuntivi.
  • elenco dei documenti
    le etichette “merce”, “manodopera” o “servizi” fanno accedere a tutti i documenti gestionali che generano i costi di commessa consuntivi. Puoi quindi verificare velocemente tutti i dati di commessa che influenzano il calcolo del margine.
  • grafico di proiezione dei ricavi da fatturare in base ai costi sostenuti
    proietta i ricavi a consuntivo in base ai costi sostenuti e al limite imposto dal valore della commessa. Con questo grafico vedi, a colpo d’occhio, se i ricavi attuali sono coerenti con il piano economico della commessa. Capisci inoltre quanto sei vicino (o lontano) al valore di contratto della commessa.
  • calcolo dei ricavi di competenza e del valore teorico del SAL attuale
    Perfetto calcola automaticamente i ricavi maturati e i ricavi esigibili (fatturabili). La base di questo calcolo sono i valori di costi/ricavi inseriti a preventivo e la proporzione di costi sostenuti a consuntivo.

Controllo del margine della commessa con Perfetto

Confronto valori previsti e consuntivi della commessa

Possiamo fare, a questo punto, un primo controllo sul margine di commessa e confrontare i dati di margine e ricarica previsti con quelli a consuntivo.

Se la commessa è ancora in lavorazione, la differenza tra i due margini (preventivo e consuntivo) può dipendere dalla fatturazione posticipata o anticipata. Il Centro di Controllo aiuta a trovare le cause di una marginalità anomala, ad esempio in caso di scostamenti. Per una commessa ancora in progress questa è una efficace strategia di gestione dei costi e dei ricavi.

Se invece analizziamo una commessa conclusa e rileviamo una differenza tra il margine previsto e quello consuntivo, la verifica dei dati è utile per valutare le anomalie prodotte ed evitarle nelle future commesse.

Ti piace tenere sotto controllo il margine delle tue commesse?
Lascia un commento! Oppure, se vuoi conoscere meglio Perfetto per la tua azienda

 

Contattaci ➤
ne possiamo parlare


scritto da

Condividi