Ecobonus al 110% … la parola magica, l’argomento salito in testa alla classifica degli strumenti messi in campo per rilanciare l’economia in questo “strano” anno dominato dal Covid-19.

Avrai già letto da più parti cos’è l’Ecobonus, quali interventi agevola, quali settori merceologici beneficeranno degli effetti a cascata riversati sull’economia.

Il settore impiantistico è sicuramente in prima linea sul fronte Ecobonus.

Le ricadute positive della manovra interesseranno i settori del condizionamento, del riscaldamento, della domotica e del fotovoltaico.

Molti interventi che verranno stimolati dalla manovra fiscale infatti interesseranno la riqualificazione energetica degli impianti e il loro adeguamento alle nuove tecnologie di produzione del calore e dell’energia elettrica.

Hai già immaginato lo scenario di breve periodo per la tua azienda di impianti?
Proviamo a pensarci insieme!

Più cantieri, organizzazione necessaria

Quando c’è un acceleratore – economico, fiscale o burocratico – il contesto produttivo conosce una crescita. Le aziende di quel settore affrontano una maggiore richiesta di prodotto o servizio, da gestire (ci si augura) con la stessa affidabilità di prima, o magari superiore.

L’Ecobonus farà partire tanti nuovi cantieri e le aziende impiantiste dovranno garantire:

  • il servizio ai clienti (possibilmente chiavi in mano)
  • una proposta in linea con l’obiettivo del bonus
  • l’affidabilità nell’esecuzione dei lavori
  • la consegna delle opere nei tempi stabiliti
  • il rispetto delle misure di sicurezza (Covid e non)
  • il mantenimento dei costi previsti nei preventivi
  • un guadagno da ogni commessa per l’azienda stessa
Insomma, più commesse da gestire significa più attenzione alla gestione puntuale di persone, attività, tempi e costi.

È una sfida possibile o parliamo di pura fantasia?

Con nostro piacere ti diciamo che sì, è possibile.
Come? Usando in azienda le tecnologie abilitanti, quelle cioè che portano gestione, organizzazione e controllo.
Le stesse tecnologie che consentono anche la tutela della salute delle persone che oggi, più che mai, non si può dare per scontata.

ecobonus per impiantisti, la ripresa delle commesse

Le tecnologie – gestionali e organizzative – aiutano a lavorare meglio e a farsi trovare preparati di fronte a una ripresa economica in cui emergeranno le aziende capaci di controllare e di organizzare.

Parliamone in concreto, parliamo dei sistemi gestionali specifici per aziende impiantiste.

 

Progetti convenienti si realizzano con dati sotto controllo

Quando realizzi una commessa qual è il tuo obiettivo?
Potrai dire il cliente soddisfatto … sì … ma il tuo obiettivo primario è il margine economico, quindi che il progetto sia conveniente per la tua azienda (oltre che per il cliente).

Come si realizza una commessa conveniente?

La risposta è semplice: con il controllo dei dati in ogni singola fase di vita della commessa, dalla stima dei costi e preventivazione, alla verifica dello stato di avanzamento, alla rilevazione dei costi effettivi, spese e oneri.

Esistono sistemi gestionali specifici per aziende del settore impianti, tecnologie abilitanti che rendono l’azienda capace di produrre e gestire dati certi e costanti di commessa.

I gestionali verticali per impiantisti sono infatti software che permettono di gestire le attività di cantiere e di raggiungere il controllo dell’efficienza della commessa.

Quando il gestionale è evoluto, questo controllo si può fare anche in mobilità ovunque ci si trovi.

esempio

Facciamo un esempio

Vediamo come un gestionale per impiantisti aiuta a non perdere dati e marginalità sulla commessa.

Con un gestionale evoluto l’azienda riesce a controllare ovunque (in ufficio, in cantiere, via app dal telefono) la situazione di commessa e i parametri chiave di rendimento:

  • livello dei costi per tipologia
  • attività delle risorse (rapportini)
  • avanzamento delle fasi di commessa
  • materiali impiegati
  • prestazioni delle persone
  • andamento del margine economico

Cosa si può fare quindi con un sistema gestionale strutturato e specifico per impiantisti?

compila il modulo
in ufficio o via app si può sempre verificare lo stato di una commessa

compila il modulo
si possono rendere gli operai in grado di inserire i rapportini via app senza necessità di avere contatti fisici con il personale dell’ufficio (esigenza molto attuale in epoca Covid)

compila il modulo
si possono misurare le performance delle risorse operative

compila il modulo
si possono conteggiare i costi e i ricavi di commessa in ogni momento

Tutto questo assicura CONTROLLO. Le commesse non si fermano (anzi possono aumentare) e l’attività aziendale si sviluppa in modo virtuoso.

Va da sé dunque che le tecnologie che permettono la gestione e il controllo agili di cantieri e commesse riducono il rischio di portare avanti opere non convenienti.

Il sistema gestionale per l’azienda di impianti diventa una risorsa importante per attivare nuove modalità di controllo, per organizzare le squadre di lavoro, garantire affidabilità al cliente, assicurare rendimento economico. Ecco perché:

  • le informazioni si raccolgono direttamente dal cantiere
  • i dati di commessa si controllano ovunque
  • tutti i flussi gestionali vengono gestiti: preventivazione, approvvigionamento, fornitori, subappalto
  • le anomalie nei costi si rilevano in tempo reale
  • il controllo puntuale di costi, spese e ricavi migliora i risultati che si possono raggiungere
  • le decisioni sull’andamento dei lavori si prendono in modo consapevole

 

In conclusione, abbiamo fatto tante riflessioni che ci portano a dire che le tecnologie software sono investimenti in crescita e innovazione nel modo di lavorare.

Vorremmo concludere dicendo …. impiantista fatti furbo!

Se vuoi cogliere l’opportunità dell’Ecobonus fallo, ma buttati nel mare di nuove richieste preparato, organizzato, attrezzato.

Insomma … accetta la sfida ma presentati con la migliore armatura!

Sull’Ecobonus 110% esistono tante, troppe informazioni. Per aiutarti a scegliere le fonti più autorevoli, abbiamo raccolto riferimenti utili normativi, finanziari e di mercato. Ti intressa?

Guida tra le informazioni su Ecobonus per impiantisti

 

Leggi anche …

Se questo argomento ti è piaciuto e vuoi restare in nostra compagnia, ti proponiamo altri articoli che potrebbero interessarti. Approfondiscono gli aspetti organizzativi delle aziende impiantiste, con esempi e ipotesi per non tralasciare nessuna riflessione sul tema della ripartenza e della crescita con l’Ecobonus.


Ecobonus nel settore impiantistico, una misura per ripartire in epoca post-Covid
L’Ecobonus, le applicazioni nell’impiantistica e come partire attrezzati per fare di questa spinta una opportunità di crescita solida e costante nel tempo.

Condizionamento, fotovoltaico e domotica, l’Ecobonus rilancia l’impiantisticaLo slancio dell’Ecobonus nei settori condizionamento, fotovoltaico domotica. Ecco dove aumenterà la domanda di efficientamento energetico.

 


scritto da

Condividi